Biografia 2017-11-13T11:18:43+00:00

Biografia

Sandrino Aquilani, nasce a Vetralla il 17 luglio dell’anno 1945, ove lavora e risiede.
Fin dalla tenera età il papà artigiano falegname lo educa al lavoro intramezzando gli impegni scolastici a quelli di bottega. Quelli del dopo guerra sono anni difficili, ma con una grande voglia di riscatto e di conquiste, e in questo contesto si forma il suo carattere fermo e deciso a cambiare le condizioni di vita. Nell’anno 1963 il papà Onorato ebbe un infarto, che costrinse tutti i fratelli ad abbandonare gli studi e dedicarsi completamente al lavoro per mandare avanti la falegnameria. Il papà contrariamente alle previsioni mediche si riebbe tanto da tornare alla guida dei figli ed insegnare loro tutti i segreti di un mestiere antico e affascinante come quello della lavorazione del legno. Nell’anno 1968 insieme ai fratelli e sempre sotto la guida esperta di papà Onorato costituisce la F.lli Aquilani snc, una moderna falegnameria che si trasforma in breve in una affermata industria del legno, dove tutt’ora lavora con i fratelli, i figli e i nipoti.
Nell’anno 1984 viene nominato Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana, 1989  Ufficiale al Merito della Repubblica Italiana, nel 2014 Croce Ufficiale al Merito Melitense. Le attività imprenditoriali non gli impediscono di coltivare impegni politici e la sua innata passione per la letteratura e la poesia. Scrive libri e poesie ed è a fronte di questa attività che nel 2010 riceve numerosi attestati e premi.
L’industria F.lli Aquilani, di cui è Socio e Amministratore, è attualmente una delle aziende leader nel settore dell’Arredo giardino e dei prefabbricati in legno.
Nell’anno 1988 viene eletto Consigliere Comunale e nell’anno 1989 Sindaco del Comune di Vetralla; rieletto più volte è sua alla quarta legislatura e tutt’ora in carica.
Nella qualità di primo cittadino della ridente Città di Vetralla, oltre a realizzare opere pubbliche e ristrutturazioni importanti, nell’anno 1996 programma e compie il Gemellaggio Culturale con la Città di Venezia, sottoscritto con l’allora Sindaco Prof. Massimo Cacciari. Nell’anno 1998 avvia la manifestazione artistica musicale “La Selva d’Oro”, evento che assume da subito una rilevanza Nazionale,  ripreso e proposto anche in diretta dai circuiti radio e televisivi, evento che tra l’altro nomina personaggi del mondo dell’Arte, della cultura e dello Spettacolo, testimoni di Pace nel Mondo.

Il 4-5 novembre dell’anno 2000 fa della Città di Vetralla una vera protagonista del Giubileo dei Parlamentari e dei Governanti di tutta la Terra, donando al Santo Padre Giovanni Paolo II e al Sindaco di Betlemme la imponente e significativa scultura monumento intitolata “L’Albero dell’Umanità”, due sculture realizzate dal Maestro Roberto Ioppolo e che vengono elevate l’una nei Giardini Vaticani e inaugurata davanti a 112 Capi di Stato e Benedetta dal Segretario di Stato S.E. Il Cardinale Angelo Sodano, l’altra sulla Piazza della Stella nella Città di Betlemme, acquisita dal sindaco J. Hana Nasser. Ideatore e produttore della Biennale della Poesia, Premio  Lettera d’Argento, che debutta in sedi teatrali prestigiose come il Palazzo del Cinema e il Teatro La Fenice a Venezia. Presidente del Consorzio Nazionale Punto Legno dal 1988 al 1994.

Presidente di Confindustria,  per la sezione: Mobili – Legno – Boschiva e membro della consulta  ”Legnoarredo” dal 1999.
Sindaco Difensore Ideale dell’Infanzia, nominato dall’Unicef nell’anno 1997.  Insegnante presso la Fondazione il Faro, istituita e allora diretta da Susanna Agnelli.
Più volte premiato per la Poesia e tra i più prestigiosi l’Award Capri 2010 e lo Spoleto Festival Art nel 2010 e nel 2014.  I suoi libri e le sue poesie sono state oggetto di attenzione e studio nelle scuole, in manifestazioni ufficiali e ricorrenze, poesie utilizzate per spettacoli e musical, recitate da attori in radio e televisione.
La sua poesia raggiunge il culmine nelle  straordinarie letture di Arnoldo Foà e Nando Gazzolo. Nominato Direttore Artistico dell’Auditorium di Mecenate ha reinventato Il Circolo dei Poeti nell’ambito del Progetto Culturale di Zetema del Comune di Roma.
Padre di due figli e nonno di due splendidi nipotini, continua a svolgere le sue attività con passione e spirito creativo e promuovendo azioni di solidarietà.